LAVORAZIONE GOMMA

I migliori elastomeri e accurati controlli di processo

ILGA nella sua produzione di mescole di gomma utilizza i migliori elastomeri ed ausiliari ed effettua i più accurati controlli di processo per garantire uniformità e costanza di fornitura negli anni.

 

Nome Descrizione Vantaggi Svantaggi
GOMMA NATURALE (NR) La gomma naturale è un prodotto derivante dall’albero della gomma ed il materiale è dato dalla coagulazione della resina della pianta: il lattice.
La gomma naturale offre un’eccellente resistenza alla compressione, elevata resistenza alla trazione, resistenza all’abrasione ed allo strappo, buone caratteristiche di attrito, eccellenti capacità di legame con una superficie metallica e buono assorbimento di vibrazioni.
  • Eccellente resistenza alla compressione
  • Buona resistenza all’abrasione
  • Buone proprietà di attrito superficiale
  • Scarsa resistenza agli attacchi oli di petrolio
  • Scarsa resistenza all’ozono e raggi UV
STIRENE BUTIADIENE (SBR) È un copolimero di stirene e butadiene. Ha proprietà simili a quelle della gomma naturale, è il materiale primario col quale vengono realizzati guarnizioni idrauliche, freni e diaframmi e pneumatici.
Questo composto offre eccellente resistenza ai liquidi per freni e buona resistenza all’acqua.
  • Buona resistenza ai liquidi per freni
  • Buona resistenza all’acqua
  • Scarsa resistenza agli agenti atmosferici
  • Scarsa resistenza ad oli di petrolio e solventi
NITRILE (NBR) NBR è un copolimero di butadiene e acrilonitrile, variando la proporzione tra questi polimeri è possibile soddisfare le esigenze specifiche. Un aumento del contenuto di acrilonitrile aumenta la resistenza al calore, agli oli di base di petrolio ed ai carburanti ma ne diminuisce la flessibilità a bassa temperatura.
Il Nitrile fornisce un’eccellente resistenza alla compressione, lacerazione ed abrasione.
I maggiori limiti del Nitrile sono la sua bassa resistenza all’Ozono, agli agenti atmosferici ed la non eccellente resistenza al calore anche se in molte applicazioni questi non sono fattori limitanti.
  • Resistenza alla compressione eccellente
  • Resistenza allo strappo eccellente
  • Resistenza all’abrasione
    Resistenza al calore
  • Scarsa resistenza agli agenti atmosferici
NITRILE IDROGENATO (HNBR) È creato parzialmente o completamente idrogenando gomma di tipo NBR. Il processo di idrogenazione satura la catena polimerica migliorandone la resistenza al calore, all’ozono ed all’invecchiamento
Nel caso dell’HNBR, essendo Nitrile, aumentando il contenuto di acrilonitrile aumenta di conseguenza la sua resistenza al calore agli oli a base di petrolio e carburanti ma ne fa diminuire le prestazioni a bassa temperatura.
  • Resistenza a calore intenso e resistenza all’olio
  • Resistenza (superiore di circa 5 volte rispetto al Nitrile) al carburante ed all’ozono
  • Resistenza all’abrasione
  • Diminuita elasticità a bassa temperatura con idrogenazione
POLIACRILATO (ACM) I Poliacrilati sono copolimeri di Acrilati ed Etile che possiedono un’eccellente resistenza a carburanti ed oli, in oltre mantengono le loro proprietà inalterate fino a temperature di 150°C. Queste caratteristiche rendono i Poliacrilati adatti all’uso nell’industria automobilistica come trasmissioni automatiche, sistemi di sterzo ed altre applicazioni dove sono richieste resistenza a petrolio e di resistenza alle alte temperature.
I Poliacrilati non soffrono l’esposizione ad Ozono ed alla luce del sole. Sono consigliati per tutte quelle applicazioni in cui l’elastomero è esposto al liquido dei freni, idrocarburi clorurati, alcool o glicoli.
  • Resistenza ai carburanti e resistenza all’olio
  • Buona resistenza all’ozono
    Buona resistenza al calore
  • Scarsa resistenza alla compressione
  • Minore resistenza all’acqua e alle prestazioni a bassa temperatura
NEOPRENE / CLOROPRENE (CR) Gli omopolimeri di Neoprene e clorobutadiene sono moderatamente resistenti sia ad oli di petrolio ed a intemperie (ozono, raggi UV, ossigeno).
Questo caratterizza il Neoprene e lo rende unico per determinate applicazioni dove molti altri materiali non riescono a performare. Il Neoprene è classificato come un elastomero di utilizzo generale, possiede una resistenza relativamente bassa alla compressione, buona resistenza alle abrasioni ed alle screpolature.
Il Neoprene ha un eccellente propensione di adesione ai metalli.
È particolarmente indicato per sigillare i fluidi refrigeranti e ammoniaci.
  • Moderata resistenza agli oli di petrolio
  • Buona resistenza all’Ozono, ai raggi UV e ossigeno
  • Resistenza eccellente a fluidi refrigeranti ed ammoniaca
  • Moderata resistenza all’acqua
  • Non è efficace a contatto con solventi
POLIETILENE (CSM) Il polietilene clorosolfonato o CSM è una gomma sintetica a base di polietilene.
Questa gomma è un materiale basata sul neoprene policloroprene alla quale è possibile aggiungere altri tipo di formulazioni.
Polietilene Chlorosulfonated è noto per la sua eccellente resistenza agli agenti atmosferici ed è dotato di una buona resistenza agli agenti chimici.
Il polietilene clorosolfonato viene utilizzato in una varietà di applicazioni industriali e automobilistiche che richiedono prestazioni elevate e devono sopportare condizioni climatiche estreme.
  • Ottima resistenza all’olio
  • Ottima resistenza all’abrasione
  • Buona resistenza all’acqua
  • Scarsa resistenza ai carburanti ed alla compressione
BUTILE (IIR) Le proprietà distintive della famiglia IIR sono di alta permeabilità a gas ed umidità, eccellente resistenza ad ozono e ed agenti atmosferici, resistenza ad un gran numero supporti organici e inorganici.
Possono essere mescolati con alogeni di diverso tipo (ad esempio cloro / bromo) per migliorare la resistenza a sostanze chimiche specifiche a scapito di isolamento elettrico e resistenza all’umidità.
In genere possono essere utilizzati da -40 a +120 ° C e sono in gran parte utilizzati per la produzione di pneumatici, camere d’aria, guarnizioni, membrane e prodotti farmaceutici.
  • Bassa permeabilità
  • Ottima resistenza all’ozono
  • Eccellente resistenza all’acqua
  • Bassa resistenza agli oli
  • Scarsa resistenza alla fiamma
ETHYLENE-PROPYLENE (EPD) – ETHYLENE-PROPYLENE – MONOMERO (EPDM) I composti di Etilpropilene si ottengono da preparati di etilene e propilene (EPM) e di solito viene aggiunto un terzo monomero (EPDM).
Questi composti sono frequentemente utilizzati per sigillare sistemi frenanti, per sigillare l’acqua calda ed il vapore. Composti di etilene e propilene hanno una buona resistenza agli acidi leggeri, detergenti, bagni alcalini, oli siliconici e grassi, chetoni e alcool. Non sono raccomandati per applicazioni con oli di petrolio, oli minerali, lubrificanti di-esteri oppure l’esposizione a carburanti.
Mescole di EPDM sono solitamente sviluppate con vulcanizzazione a base di zolfo o perossido.
  • Resistenza agli agenti atmosferici
  • Buona flessibilità anche a basse temperature
  • Eccellente resistenza chimica
  • Buona resistenza al calore
  • Scarsa resistenza agli oli di petrolio e solventi
SILICONE (Si) – VMQ Il silicone è un elastomero semi-organico, con caratteristiche di resistenza a temperatura estreme, buona resistenza alla compressione ed elasticità.
Gli elastomeri di silicone assicurano un’eccellente protezione ad ozono, ossigeno e umidità.
Garantisce una buona resistenza all’abrasione che, combinata alle alte proprietà di frizione, lo rendono ottimo per applicazioni a tenuta statica.
Il silicone dispone di una struttura flessibile a base di Silossano a differenza di una struttura di carbonio come molti altri elastomeri.
  • Eccellenti resistenza a temperatura estreme
  • Eccellente resistenza alla compressione
  • Igienico, odore e sapore neutri, perfettamente adatto ad impeghi alimentari
  • Generalmente non è adatto per sigilli dinamici dovuti all’alta proprietà di attrito e bassa resistenza all’abrasione
  • Discrete qualità meccaniche
  • Costo più elevato rispetto ad altri elastomeri
FLUORPOLIMERO (FKM – FFKM) – GOMMA FLORURATA Gli elastomeri florurati (FKM o FFKM) sono dei tecnopolimeri sintetici utilizzati in applicazioni ad elevata tecnologia, ad esempio nel campo aerospaziale, nelle applicazioni militari,come tenute e piping per ambienti particolarmente aggressivi.
Rispetto alle gomme comuni hanno un’elevata resistenza all’attacco di agenti chimici, ai raggi ultravioletti e agli ossidanti. A seconda del grado cross-linking possono essere più o meno resistenti alle alte temperature.
  • Eccellente resistenza all’attacco chimico
  • Eccellente resistenza ai lubrificanti
  • Ottimo compression set e resa elastica
  • Scarsa resistenza aglia alcali e ai chetoni
POLIURETANO (AU) (EU) Il Poliuretano presenta un’eccellente resistenza all’abrasione ed alla trazione rispetto ad altri elastomeri.
Fornisce performance elevate in applicazioni idrauliche ad elevate pressioni.
La compatibilità del fluido è simile a quella del Nitrile fino a temperature di circa 80°C, a temperature più elevate il Poliuretano tende ad ammorbidirsi e perde di resistenza ai fluidi.
  • Ottima robustezza e resistenza all’abrasione
  • Buona resistenza agli oli di petrolio
  • Resistenza agli agenti atmosferici
  • Scarsa resistenza all’acqua
  • Scarsa resistenza ad alte temperature

Ti servono
maggiori informazioni?
Contattaci.

Please leave this field empty.